Assetto e sviluppo del territorio

Piano Strutturale Comunale

Dopo un lungo e travagliato iter, con delibera di G.C. n. 264 del 29/08/2017 è stato proposto al Consiglio Comunale di approvare l’istruttoria tecnica inerente il Piano Strutturale Comunale con le controdeduzioni alle osservazioni, di accoglimento o di motivato rigetto.

E’ da rilevare che l’approvazione del PSC costituisce elemento di traino assoluto per lo sviluppo del territorio.

In particolare, la sua approvazione comporterà la valorizzazione dei centri storici prevedendosi una premialità con diritti edificatori pari al 100% della superficie recuperata per l’ipotesi di restauro, risanamento e ristrutturazione e pari al 200% per il ripristino tipologico.

Vi è poi la decisiva importanza che sarà rivestita dal territorio urbanizzabile per conseguire una crescita urbana selettiva e le prospettive di sviluppo per il tramite degli ambiti di eccellenza urbana costituiti da eccellenze logistiche, espositive e ricettive, eccellenze sportive, eccellenze termali ed eccellenze produttive,

Il PSC potrà dare slancio al territorio puntando su fattori trainanti quali la perequazione urbanistica con premialità immobiliare e la semplificazione della pianificazione con permesso di costruire per centri storici, territorio urbanizzato, ambiti urbani minori e territorio agroforestale ed accordi preliminari per il territorio urbanizzabile e per le funzioni di eccellenza urbana.

In un momento storico di mancanza di risorse per gli enti locali, impossibilitati anche a contrarre mutui, fattore non trascurabile è costituito dalla circostanza che le pratiche perequative ridurranno al minimo la necessità di espropri.

Essendo decorsi oramai oltre 2 anni dalla delibera di Giunta, occorre sin dall’insediamento accelerare al massimo i tempi onde pervenire rapidamente alla definitiva approvazione del Piano anche ove si consideri che sono oramai cessate, per decorso del relativo periodo temporale massimo, le misure di salvaguardia con caducazione della necessità della doppia conformità.

Sarà, poi, compito dei vari strumenti attuativi quello di ancora meglio disegnare il futuro dei nostri territori.

Piano Comunale di Spiaggia

Con determinazione n. 21 del 10/01/2017 vi è stata l’approvazione del Piano Comunale di Spiaggia di Lamezia Terme da parte dell’Amministrazione Provinciale di Catanzaro.

Si è quindi proceduto alla pubblicazione dei bandi per le singole concessioni alle quali hanno partecipato alcuni operatori economici ma ad oggi le relative procedure, pur essendovi state alcune aggiudicazioni, non si sono purtroppo concluse.

Sarà, pertanto, compito dell’amministrazione di accelerare al massimo ogni aspetto sia tramite indizione di nuovi bandi di gara che tramite la velocizzazione di quelli già in essere ed addirittura da tempo ultimati.

Occorre, poi, avviare iter di modifica in quanto attualmente parte del territorio di cui al Piano Spiaggia ricade nella fascia A che è però estremamente penalizzante dal punto di vista economico e quindi di ostacolo allo svolgimento di qualsivoglia positiva attività imprenditoriale.

E’ necessario, poi, prevedere, anche in ottica di piena valorizzazione del territorio, un punteggio premiante per chi istituirà scuola ed attività legata a sport velistici per valorizzare le caratteristiche ambientali ed attrarre il turismo da “kitesurf”.

Area PIP Contrada Rotoli

L’area inerente il Piano di Insediamenti Produttivi di Contrada Rotoli rappresenta, nonostante i ritardi e gli ostacoli incontrati nella sua piena attuazione, una priorità strategica per il territorio di Lamezia.

Deve, quindi, procedersi ad affrontare le tante criticità esistenti e prima tra tutte la risoluzione della tematica inerente i vincoli PAI esistenti onde verificare la possibilità di mitigazione del rischio per consentire maggiore utilizzo dell’area posizionata a ridosso dell’asta del torrente Cantagalli.

Occorre anche migliorare la viabilità e gli accessi al momento esistenti e garantire la pubblica illuminazione oggi assente nonché una corretta manutenzione delle relative aree.

Al fine di favorire lo sviluppo complessivo dell’area, ed anche per venire incontro alle esigenze della società partecipata, con delibera di G.C. n. 344 del 30/11/2017, è stato espresso l’indirizzo di concedere alla Lamezia Multiservizi l’affidamento a titolo non oneroso della importante struttura ivi presente, di proprietà comunale, mantenendo sempre gli esistenti spazi espositivi esterni.

Progetto SARA

Il Comune di Lamezia Terme è risultato beneficiario di finanziamento di euro 30.000.000 da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti al fine di procedere alla valorizzazione urbana del Quartiere Savutano, con completamento degli edifici ATERP ivi esistenti e realizzazione di opere a servizio dell’intera area.

Stante i ritardi di recente accumulati, e la complessità dell’opera, diviene di fondamentale importanza riprendere il front-office con il Ministero per procedere al rispetto del cronoprogramma.

L’ultimazione di quanto previsto comporterà la piena valorizzazione dell’area e la possibilità di fruire di un numero consistente di alloggi da destinare alle tante emergenze e comunque alle tante richieste abitative esistenti in Città.

Piano API

Nonostante sia trascorso molto tempo dall’approvazione dell’Area Polifunzionale Integrata, avvenuta nell’agosto del 2009, non vi è stato negli anni successivi lo sviluppo preventivato.

Pertanto, credendo l’Amministrazione fermamente in detta Area, con delibera di G.C. n. 100 del 30/03/2017, si è dato atto di indirizzo sia per promuovere la costituzione di un gruppo di lavoro intersettoriale e sia di operare la vendita dei lotti edificabili di pertinenza del Comune per ogni singolo comparto edificatorio con vincolo di destinazione delle somme incassate, ed applicazione del medesimo vincolo per quelle incassate a titolo di costo costruzione ed opere di urbanizzazione secondaria derivanti dal medesimo Piano, per la realizzazione delle opere ivi previste ed in particolare per la realizzazione del Viale Principale e della Piazza.

Ciò dovrà fornire ulteriore impulso alle potenzialità dell’Area che riveste ruolo centrale di cerniera per lo sviluppo della Città.

Piano Colore

La Città deve acquisire la coscienza dell’esteticamente bello ed a tal fine deve procedersi alla redazione ed approvazione di un Piano Colore che preveda caratteristiche comuni per aree territoriali omogenee per favorire appunto un decoro che possa rendere Lamezia sempre più attraente e vivibile anche sotto detto profilo.

Servizi cimiteriali – Project Financing con soggetto proponente

Letteralmente drammatica è la situazione inerente i 3 cimiteri cittadini stante la carenza di loculi e le quotidiane difficoltà affrontate.

Ad oggi, le difficoltà finanziarie in cui comunque versano gli enti locali e le società partecipate non consentono di poter affrontare un investimento di cifre importanti e si è quindi dato indirizzo, con delibera di G.C. n. 265 dell’01/09/17, di valutare la sussistenza delle condizioni per l’avvio del progetto di finanza, ai sensi dell’art. 183 comma 15 Codice Appalti per il tramite del soggetto proponente.

Senonchè, ad oggi la relativa procedura è di fatto totalmente ferma non essendovi stata alcuna valutazione sulle proposte pervenute per assenza di specifici ulteriori indirizzi da parte della gestione commissariale.

Occorre, pertanto, immediatamente procedere a rimuovere ogni ostacolo affinchè si possa celermente definire e perfezionare il progetto di finanza per ridare dignità ai cimiteri cittadini superando le odierne quotidiane emergenze.

Bando periferie degradate – Progetto Un Passo Oltre

A seguito di delibera di G.C. n. 409 del 26/11/2015, il Comune di Lamezia Terme è risultato essere utilmente inserito nella graduatoria inerente i progetti di riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate con finanziamento di euro 1.994.014,44 inerente l’area della Scuola Barbuto di Capizzaglie con realizzazione di centro di ascolto, attività di animazione e socializzazione, progetto sportivo, orto sociale, laboratorio di arte e pittura, laboratorio teatrale, laboratorio informatico.

Dopo varie traversie, l’opera è stata definitivamente finanziata.

Occorre, però, attivarsi con urgenza per il successivo iter per l’attuazione di un’opera di importante riqualificazione di parte degradata del territorio cittadino.

Nuovo Palazzetto dello Sport

Il Palazzetto dello Sport di Via del Progresso è oramai in via di completamento pur se in ritardo rispetto agli iniziali termini fissati per l’ultimazione dei lavori.

Al riguardo, necessita con urgenza il rinvenimento di ulteriore finanziamento, anche eventualmente per il tramite dei C.I.S., per alcuni indispensabili lavori accessori.

Necessita, altresì, procedere con urgenza ad espletare ogni adempimento per la gestione dell’’opera, tenendo necessariamente conto dell’originario progetto per come finanziato e considerando che l’opera deve comunque rinvenire la sua sostenibilità e l’autofinanziamento dei costi di gestione anche con l’utilizzo per grandi eventi che possa affiancarsi alle esigenze e finalità specifiche delle tante associazioni sportive lametine e del lametino.

Centro Federale Tiro Con L’Arco

A seguito di delibera di G.C. n. 219 dell’11/07/17, vi è stata la concessione in diritto di superficie alla Fitarco di un’area posta all’interno del Parco XXV Aprile per la realizzazione di una importante struttura quale il “Centro Federale di addestramento e formazione Tiro con l’Arco con campo di tiro indoor ed outdoor”.

Ciò a seguito del finanziamento ottenuto nel Piano Nazionale Sport e Periferie di cui alla legge n. 9 del 23/01/2016.

Trattasi di opera importante che deve avere celere attuazione per la rivitalizzazione ed anche per la caratterizzazione di uno tra i più importanti parchi cittadini.

Stadio Gianni Renda

Lo stadio Gianni Renda è un fiore all’occhiello nell’impiantistica sportiva regionale ed ha una ubicazione che lo rende particolarmente adatto per ogni tipologia di manifestazione anche a valenza nazionale.

Completati i lavori complementari disposti a seguito della delibera di G.C. n. 1583 del 21/12/16, lo stadio Renda può essere oggi oggetto di nuovi investimenti e tra questi anche quelli finalizzati ad ospitare l’atletica leggera e ciò sia per poter consentire l’esercizio della pratica sportiva e sia quale possibile sede di prestigiose manifestazioni.

Contratto Quartiere Via Garibaldi

Ultimati i lavori di riqualificazione del Comparto Storico tra Via Garibaldi e il Torrente Canne, occorre con celerità procedere all’utilizzo delle unità immobiliari, abitative, commerciali e ludiche, di proprietà del Comune che sono ivi insistenti.

Deve, quindi, procedersi alla redazione dei necessari bandi onde consentire un ulteriore apporto alla rivitalizzazione del centro storico anche per il tramite della ludoteca.

Opere pubbliche

Durante la scorsa amministrazione si era puntato molto a conseguire finanziamenti sia per la realizzazione di nuove opere e sia per l’adeguamento sismico e l’efficientamento energetico di edifici già esistenti.

Detti interventi, già finanziati, debbono essere prioritariamente eseguiti ed in particolare deve procedersi con celerità a:

– intervento di adeguamento sismico di cui al finanziamento di euro 4.000.000,00 ottenuto con riferimento alla Scuola Elementare Maggiore Perri;

– intervento di adeguamento sismico inerente la scuola secondaria di I grado appartenente all’Istituto Comprensivo Sant’Eufemia;

– intervento di adeguamento sismico inerente la Scuola Elementare di Capizzaglie;

– intervento di adeguamento sismico inerente la Scuola dell’Infanzia di Bella;

– intervento di adeguamento sismico inerente l’edificio scolastico di Via delle Rose appartenente all’Istituto Comprensivo Nicotera-Costabile.

Nel contempo, occorrerà reperire ulteriori finanziamenti per nuove opere e riprendere altri percorsi ad oggi interrotti.

Project Financing Pubblica Illuminazione

Le condizioni nelle quali versa la pubblica illuminazione in Città sono sotto gli occhi di tutti.

Necessita, quindi, un intervento radicale che, stante l’assenza di risorse proprie, può realizzarsi unicamente secondo le modalità del project financing e, stante la celerità e l’urgenza di provvedere, ciò potrà avvenire tramite Convenzione Consip.

In particolare, dovrà tendersi all’adeguamento dell’infrastruttura ai requisiti richiesti dalle norme CEI/UNI; al conseguimento di un significativo risparmio economico per l’amministrazione; al miglioramento della qualità del servizio; all’ottenimento di una positiva ricaduta in termini di salvaguardia ambientale; al miglioramento del confort visivo con utilizzo di nuove tecnologie.

Occorre, dunque, riprendere il lavoro svolto dalla precedente amministrazione, che era sul punto di stipulare la Convenzione Consip, e celermente perfezionarla per dare alla Città risparmio energetico e maggiore dignità.

Agenda Urbana

Il Comune di Lamezia Terme, nell’ambito della proposta di interventi strategici di Agenza Urbana, finanziati tramite il POR Calabria 2014/2020, ha una dotazione finanziaria di euro 18.588.100 articolata in più assi di intervento che ineriscono molto l’inclusione sociale, anche a livello di investimenti infrastrutturali, e comunque riguardano interventi per la competitività e attrattività dei sistemi produttivi, per l’efficientamento energetico e per l’istruzione e la formazione, comprensivi anche della riqualificazione degli edifici scolastici.

Oggi il documento finanziario di Agenda Urbana è stato già predisposto ed in data 18/09/18 è stato sottoscritto il relativo protocollo di intesa con il Presidente della Giunta Regionale; pertanto non sussiste spazio di intervento per modificarne o rimodularne gli obiettivi correndosi altrimenti il rischio di perdere o disperdere i relativi finanziamenti.

Occorre, invece, accelerare al massimo ogni aspetto burocratico essendo in corso la redazione/integrazione delle schede di valutazione su ammissibilità e selezione dei progetti, gli studi di fattibilità preliminari ed i piani di gestione dei progetti stessi.

A seguito della rimodulazione della quale si è discusso nel marzo 2019, sono oggi previste importanti opere la cui tempestiva realizzazione deve costituire obiettivo programmatico dei prossimi anni.

Si dovrà quindi:

– intervenire per la rigenerazione urbana del Castello Normanno-Svevo, con conseguente recupero funzionale dello stesso ed il suo riuso prevedendo anche la realizzazione di un punto di info, vendita di biglietti e souvenir collocato all’ingresso dell’area, la sua completa illuminazione e la realizzazione di un proscenio per rappresentazioni teatrali;

– intervenire per la rigenerazione urbana del Palazzo di Città di Corso Numistrano con riqualificazione funzionale e strutturale e realizzazione anche di un Palazzo delle Esposizioni;

– intervenire per la rigenerazione urbana del Palazzo ex Anagrafe su Corso Numistrano con riqualificazione funzionale e strutturale che consenta la realizzazione di un museo dei bambini, di un centro per lo sviluppo e la diffusione di progetti culturali legati all’infanzia con interventi di animazione sociale e collettiva;

– intervenire per il recupero funzionale ed il riuso di Palazzo Panariti onde consentire la realizzazione di laboratori e spazi di lavoro open office gratuiti;

– intervenire per il recupero funzionale ed il riuso di Palazzo Blasco per la realizzazione di laboratori musicali e spazi per lo studio legato a rappresentazione artistica;

– intervenire per il recupero funzionale ed il riuso del Teatro Umberto al fine di renderlo pienamente funzionale;

– intervenire per la ristrutturazione dei beni confiscati in Località Ginepri da destinare ad housing sociale;

– intervenire per la riqualificazione funzionale del palazzo Comunale di Sant’Eufemia Lamezia.

I detti interventi dovranno essere realizzati con tempistiche di celerità assoluta.