Tutela e sviluppo agroalimentare

Lamezia da Città della Piana a Distretto del Cibo e Agroalimentare di Qualità.

Puntare sulla nostra consolidata ed apprezzata vocazione agricola per costruire nuove opportunità di sviluppo per il territorio ed aprirsi a nuovi mercati per favorire la crescita delle nostre imprese agricole in stretta integrazione con lo sviluppo turistico da perseguire.

Dovrà, quindi, celermente procedersi alla costituzione del Distretto del Cibo e Agroalimentare di Qualità del Lametino ed alla costituzione della società di distretto per la partecipazione concreta alla programmazione nazionale, regionale e comunitaria in stretta collaborazione con le associazioni imprenditoriali agricole e le cooperative di produttori già operanti sul territorio ed in maniera integrata con il Distretto Rurale del Reventino promosso dal GAL Reventino.

Occorre rilanciare il ruolo e la partecipazione di Lamezia nelle associazioni nazionali Città dell’Olio e Città del Vino in stretta collaborazione con le Cantine lametine che operano con grande successo sul mercato nazionale ed internazionale, con  apertura al mondo delle imprese agricole e delle scuole superiori lametine dei laboratori di ricerca della Fondazione Terina allo stato inutilizzati e presenti presso la struttura del Centro Agroalimentare.

Occorre, poi, insistere nello sviluppo delle fattorie didattiche, mercati a km zero, agricoltura sociale, filiere corte, produzioni locali, commercio di prodotti sfusi, valorizzazione dei mercati rionali e procedere alla realizzazione di un Market Solidale – Banco Alimentare, con eventuale spazio da ricavare nei mercati coperti cittadini, in collaborazione con Caritas, Diocesi di Lamezia, Associazioni agricole, cooperative, imprenditori, ristoratori, panifici, per l’utilizzo sociale dei beni alimentari in esubero